Menu:

EMDR e Trauma Psicologico

EMDR è l’acronimo per Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i movimenti oculari). È un metodo clinico innovativo che rientra nell’ambito delle terapie brevi. L’EMDR è una tecnica psicoterapeutica recentissima. Si è rivelata molto efficace nell’intervento delle sintomatologie che si sviluppano in seguito ad un’esperienza traumatica, o dopo traumi ripetuti.

Vuoi saperne di più?

 
Links Utili:

per approfondire gli argomenti trattati in questo sito si possono consultare i seguenti links di interesse

Links:

arrow SIIPE
arrow CIICS
arrow EMDR

Links Utili:

arrow IPNOSITERAPIA MARCHE
arrow IPNOSITERAPIA ROMA

 

 

ill titleAutoipnosi

 

ill_1L'autoipnosi è semplicemente l'applicazione dell'ipnosi su se stessi, è un’ipnosi che il soggetto si induce da solo, mediante progressivi esercizi di rilassamento, o elaborando suggestioni postipnotiche date in precedenza da un operatore. In ambito clinico l'ipnotista impartisce al paziente delle istruzioni particolari affinché apprenda ad entrare nello stato ipnotico autonomamente. L'autoipnosi può essere utilizzata per gli stessi obiettivi per i quali è impiegata l'ipnosi eterodiretta, ed ha come scopo principale quello di rafforzare i risultati ottenuti durante la terapia ipnotica.

Alcuni autori si chiedono se può essere considerata come una vera ipnosi, poiché manca l’aspetto relazionale. Tuttavia sembra chiaro che un elemento relazionale inconscio è sempre presente, quando l’autoipnosi segue l’ipnosi eteroindotta. È necessario sottolineare che i procedimenti autoipnotici devono essere impiegati con cautela, al fine di evitare quelle condizioni sfavorevoli che possono presentarsi quando tali procedimenti sono usati in modo inappropriato e quando sono affidati alla sola discrezione del soggetto.

Le tecniche autoipnotiche possono, infatti, presentare degli svantaggi rispetto all’ipnosi eteroindotta, dove la situazione ipnotica è sotto il controllo di un operatore.

L’autoipnosi, può comunque rivelarsi un prezioso elemento di integrazione se applicato secondo le direttive dell’operatore.