Menu:

Ipnosi Regressiva

La regressione d'età è un fenomeno che si presta più facilmente ad essere descritto che spiegato. È senz’altro una delle manifestazioni più interessanti dell’ipnosi. È una particolare condizione in cui è possibile rivivere esperienze passate, anche molto lontane nel tempo.

Vuoi saperne di più?

 
Links Utili:

per approfondire gli argomenti trattati in questo sito si possono consultare i seguenti links di interesse

Links:

arrow SIIPE
arrow CIICS
arrow EMDR

Links Utili:

arrow IPNOSITERAPIA MARCHE
arrow IPNOSITERAPIA ROMA

Ipnosi nello Sport

L’ipnosi è impiegata nello sport per la preparazione degli atleti in diverse discipline sportive. Di fatto l’ipnosi nello sport fa “gareggiare al meglio”. Essa non dà niente di più di ciò che l’organismo può dare in situazioni ottimali, ma permette di sfruttare al meglio le proprie capacità atletiche e quindi di ottimizzare la prestazione. L’applicazione dell’ipnosi nello sport ha come obiettivo il rilassamento sia muscolare sia mentale al fine di favorire un maggior controllo del tono muscolare e della condizione emotiva, una migliore gestione dell’ansia agonistica, ed un recupero migliore della fatica fisica; consente di utilizzare al meglio anche parte delle energie di riserva e di rimuovere fattori psicologi inibitori e quelle autosuggestioni negative che spesso influenzano in modo negativo la prestazione.

 

ill titleIpnosi e Terapia Ericksoniana

L'ipnosi utilizzata come tecnica psicoterapeutica, ha essenzialmente lo scopo di facilitare e incoraggiare l’uso di capacità e potenzialità che restano spesso inutilizzate. L’interesse per questa disciplina è cresciuto considerevolmente negli ultimi anni, soprattutto per merito di Milton Erickson e per le sue concezioni innovative.

ill_1In psicoterapia ericksoniana l’idea di base è che gli individui sviluppano problemi psicologici a causa dei propri schemi interpretativi della realtà, maladattivi e limitanti in quanto formatisi in seguito ad un apprendimento disfunzionale e rigido. Questa rigidità impedisce alla persona di conoscere ed utilizzare le proprie capacità con il massimo vantaggio. L’obiettivo della trance ipnotica consiste proprio nello sciogliere queste limitazioni apprese, proprie dei normali schemi di riferimento del paziente, e permettere che le ampie riserve delle loro potenzialità inconsce agiscano, per una soluzione creativa al problema.

Parlare di mente cosciente e mente inconscia non deve far pensare ad una personalità divisa, magari in conflitto con sè stessa. Tale costrutto teorico utilizzato nella terapia ipnotica, serve a rappresentare l'idea che vi sia, al di là delle possibilità attuali (consce), delle risorse potenziali (inconscie). Compito della terapia sarà farle divenire accessibili.

L’obiettivo terapeutico non consiste nell’aggiungere qualcosa di mancante (deficit) e neppure nel correggere aspetti psicopatologici. Si tende invece ad aiutare il sistema ad estendersi in ogni sua parte, a svilupparsi, a trovare nuovi modi affinchè si possa esprimere. In questa prospettiva, la terapia ipnotica ha il compito di evocare le risorse dell’individuo.

A questo scopo, è necessario costruire un intervento che sia il più possibile corrispondente a quelle che sono le caratteristiche ed i bisogni di guarigione e crescita personale della persona.

Le risorse spontaneamente presentate vengono quindi utilizzate attraverso l’ipnosi per introdurre possibilità di sviluppo nella terapia. È proprio per la rapidità e l’incisività della sua azione nello psichico e nell’organico somatico, che la psicoterapia ipnotica trova il suo giusto ruolo tra le più valide delle psicoterapie brevi.